• 7
  • 10
  • 4
  • 6
  • 12
  • 2

dal 18 al 28 agosto€ 1520

“NEL REGNO DELLE DUE SICILIE”

Danzando con il Gattopardo
 

Un viaggio nel Regno delle Due Sicilie è un itinerario nella storia del Mediterraneo, non si può che arrivare dal mare, da Napoli a Palermo, il mare che è parte integrante di questa terra, che tra tutte le regioni d’Italia è quella che più incarna la capacità di sintesi dei popoli che l’hanno invasa, conquistata e amata, lasciando tracce del loro passaggio nelle tradizioni, nell’arte e nella cucina. Attraversando la Sicilia si vivrà la gioia di passare dalla tragedia greca di Siracusa alla penna moderna di Camilleri, dall’arguta visione di Sciascia all’Ironia di Pirandello, ammirando opere uniche al mondo come il Satiro Danzante e la Valle dei Templi, passando dal blu profondo della crociera alle Egadi al rosso rubino del vino Marsala, per finire con le arancine al mercato di Ballarò. In una Palermo che incanta chiuderemo la nostra cavalcata Siciliana con “il gioiello”, Palazzo Gangi, casa del Gattopardo: senza dubbio il più bello di Sicilia. Nelle sue sale fu infatti girato il celebre film, e non a caso rappresenta la nobiltà e la storia dei siciliani. Questo viaggio vi regalerà l’emozione più grande: vivere ad occhi aperti come in un valzer con il Principe di Salina.

• 1 GIORNO: NAVIGAZIONE NAPOLI – PALERMO
Nella prima mattinata ritrovo dei partecipanti e partenza per Napoli. Imbarco sulla nave GNV delle ore 20.00 diretta a Palermo. Cena, pernottamento a bordo.
• 2 GIORNO: CEFALU’ – TAORMINA *** Possibilità di arrivare in volo a Palermo
Arrivo a Palermo alle 06.30. Sbarco e prima colazione con dolci tipici siciliani. Proseguimento per Cefalù, deliziosa cittadina normanna adagiata sulle rive di un mare azzurrissimo con un pittoresco porticciolo dal quale si osserva il caratteristico fronte a mare della città murata, con gli archi che fanno da ricovero alle barche. Visita guidata del centro storico dominato dalla spettacolare costruzione del Duomo che, eretto a partire dal 1131, fu voluto da Ruggero II per sciogliere, secondo la leggenda, il voto per la grazia ricevuta dopo essere scampato ad una tempesta, approdando proprio a Cefalù. Pranzo libero. Proseguimento per Taormina, perla siciliana che grazie alla sua incantevole posizione sul mare, alle bellezze paesaggistiche, al vasto patrimonio storico, culturale e archeologico di cui è ricca, è una delle località turistiche più famose dell’isola. Luogo di grande fascino e bellezza, la splendida cittadina siciliana ha sedotto poeti e scrittori, ha attratto viaggiatori illustri, ha accolto celebrità di fama internazionale. Del resto, come affermò lo scrittore francese Guy de Maupassant, a Taormina “si trova tutto ciò che sembra creato in terra per sedurre gli occhi, la mente e la fantasia”. Incontro con la guida e visita della città con il Teatro Greco, costruito durante l'epoca ellenistica e ricostruito in età romana, Corso Umberto, l'arteria principale della città con i suoi piacevoli caffè ed eleganti negozi, Piazza IX Aprile con la sua splendida terrazza panoramica, la Cattedrale del secolo XIII coronata di merli e Palazzo Corvaja. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
• 3 GIORNO: ETNA – SIRACUSA – MODICA
Prima colazione in hotel. Partenza per l’escursione alle pendici dell’Etna, il vulcano più alto d'Europa, dichiarato patrimonio dell'UNESCO dal 2013. L'Etna rappresenta un laboratorio naturale scientifico terrestre sulle aree vulcaniche e la sua intensa attività è osservata e raccontata sin dai tempi classici. Lungo il percorso si potrà ammirare lo spettacolo del vulcano, dalle antiche colate ai boschi “dolomitici”. Un paesaggio vasto e vario che va dalla fascia costiera affacciata sulle acque dello Ionio, alle vaste campagne interrotte da agrumeti e vigneti, dai fitti boschi di castagni e querce alla natura più brulla e quasi lunare pian piano che ci avvicina alla vetta. Arrivo nei pressi dei Crateri Silvestri da cui si potrà ammirare uno spettacolare panorama. Proseguimento per Siracusa. Pranzo libero. Visita guidata della città, già definita da Cicerone “la più grande e bella di tutte le città greche”. La visita è un viaggio a ritroso nel tempo, alla scoperta dell’antica metropoli greca, capitale del barocco europeo, a cui va aggiunta la bellezza dell’ambiente naturale che la circonda, l’area archeologica e l’isola Ortigia, lo “scoglio” per i siracusani, un susseguirsi di palazzi dal caldo colore dorato, campanili, cupole e lo splendido Duomo. Proseguimento per Modica, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
• 4 GIORNO: NOTO – MODICA – SCICLI
Prima colazione in hotel. Partenza per Noto, un piccolo gioiello del barocco siciliano. Uno splendido paese arroccato su un altopiano che domina la valle dell’Asinaro. Importante centro siculo, romano, bizantino e poi arabo, fu distrutto nel pieno del suo splendore dal terremoto del 1693, grazie alla sapiente ricostruzione, Noto è divenuta una magnifica città d'arte, patrimonio Unesco. Visita guidata della città dall’impianto barocco, basato su vie ampie e rettilinee intervallate da piazze con scalinate su cui si affacciano chiese e palazzi. Pranzo libero. Proseguimento per Modica, un delle città più pittoresche della Sicilia entrata a fare parte nella lista del Patrimonio dell’Unesco, per le sue bellezze architettoniche. Visita del centro con il Duomo di San Giorgio che si slancia da una gradinata di 250 scalini, la fastosa facciata della chiesa di San Pietro e il corso Umberto I, fiancheggiato da edifici barocchi. Visita con degustazione in un tipico laboratorio dove si produce il famoso cioccolato modicano. Proseguimento per Scicli, nominata patrimonio UNESCO nel 2002, tappa d’obbligo per chi visita la Sicilia e per tutti fan della serie televisiva “Il Commissario Montalbano”, che ritroveranno qui le location più famose del set. Visita guidata della città che vanta origini antichissime e venne ricostruita in chiave barocca in seguito al terremoto del 1693. Visitare Scicli vuol dire fare un tuffo nel passato, tra palazzi, chiese barocche e antiche stradine, e immergersi nell’atmosfera vivace delle sue vie storiche. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
• 5 GIORNO: RAGUSA – PUNTA SECCA – DONNAFUGATA
Prima colazione in hotel. Partenza per Ragusa. Incontro con la guida e visita della città, chiamata la "Città dei ponti" per la presenza di tre strutture, molto pittoresche, ma definita anche da letterati, artisti ed economisti come "l'isola nell'isola" o "l'altra Sicilia", grazie alla storia e ad un contesto socio-economico molto diverso dal resto dell'isola. Nel 1693 un devastante terremoto causò la distruzione quasi totale dell'intera città. La ricostruzione, avvenuta nel XVIII secolo, la divise in due grandi quartieri: da una parte Ragusa superiore, situata sull'altopiano, e dall'altra Ragusa inferiore, o Ibla, sorta dalle rovine dell'antica città e ricostruita secondo l'antico impianto medioevale. I capolavori architettonici costruiti dopo il terremoto, insieme a tutti quelli presenti nel Val di Noto, hanno dato vita ad uno dei più grandi siti UNESCO del mondo. Pranzo libero. Proseguimento per Punta Secca, piccolo borgo marinaro chiamato dagli abitanti “’a sicca” per una caratteristica scogliera che corre a pelo d’acqua e che si sviluppa davanti la spiaggia di levante. Gran parte della notorietà di Punta Secca è dovuta alla fiction “Il commissario Montalbano”, qui sono infatti ambientate le scene al ristorante di Enzo a Mare e sulla spiaggia si affaccia la casa del commissario. Proseguimento per il Castello di Donnafugata, una sontuosa dimora nobiliare del tardo '800 che conta 122 stanze. Visita guidata delle 22 stanze che contengono ancora gli arredi ed i mobili originali dell'epoca: sembrerà quasi di fare un salto nel passato, nell'epoca degli ultimi "gattopardi". Ogni stanza veniva arredata con gusto diverso ed aveva una funzione diversa. Di particolare interesse sono la Stanza della Musica (con bei dipinti a trompe-l'oeil), la grande Sala degli Stemmi (con i blasoni di tutte le famiglie nobili siciliane e due antiche armature), il Salone degli Specchi (ornato da stucchi), la pinacoteca con quadri neoclassici della scuola di Luca Giordano. Intorno al castello si trova un ampio e monumentale parco di otto ettari che contava oltre 1500 specie vegetali e varie "distrazioni" che dovevano allietare e divertire gli ospiti, come il tempietto circolare, la Coffee House (per dare ristoro), alcune "grotte" artificiali dotate di finte stalattiti o il particolare labirinto in pietra costruito nella tipica muratura a secco del ragusano, e poi alcune vasche e parecchi vasi di Caltagirone. Il castello è stato nel corso degli anni sede di diversi set cinematografici e televisivi. Nella Stanza del Biliardo sono state girate alcune scene del film “I Viceré”, mentre sulla terrazza del castello sono state girate varie scene della fiction “Il commissario Montalbano”. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
• 6 GIORNO: AGRIGENTO – SCALA DEI TURCHI – MAZARA DEL VALLO – MARSALA
Prima colazione in hotel. Partenza per Agrigento, e visita della Valle dei Templi, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, importante testimonianza archeologica della civiltà greca classica. La Valle dei Templi è caratterizzata dai resti di ben sette templi in stile dorico, tra cui il Tempio di Giunone, il Tempio della Concordia e il Tempio di Eracle. Proseguimento per la Scala dei Turchi, scalinata di roccia calcarea e argillosa di colore bianco splendete che si erge a picco sul mare lungo la costa agrigentina vicino a Porto Empedocle. Tante le calette con spiagge dorate e un mare che non ha nulla da invidiare alle acque cristalline caraibiche. Tempo libero per una foto ricordo. Proseguimento per Mazara del Vallo e visita guidata del centro storico, un tempo racchiuso dentro le mura normanne, che oggi include numerose chiese monumentali, alcune risalenti all'XI secolo. Mazara presenta i tratti distintivi dei quartieri a impianto urbanistico islamico, tipico delle medine, chiamato Kasbah, di cui le viuzze strette sono una sorta di marchio di fabbrica. Visita del Complesso di Sant’Egidio, al cui interno è esposto il Satiro danzante, opera bronzea risalente al IV sec. a.C. Pranzo libero. Proseguimento per Marsala, città famosa per lo sbarco di Garibaldi e dei Mille dell'11 maggio 1860 e per la produzione dell'omonimo vino Marsala, per cui dal 1987 è conosciuta come la Città del Vino. Visita guidata del centro cittadino. Al termine sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
• 7 GIORNO:ESCURSIONE A FAVIGNANA E LEVANZO
Prima colazione in hotel. Trasferimento al porto per la navigazione alla volta di Favignana, l’isola principale dell’arcipelago delle Egadi definita “la grande farfalla sul mare” dal pittore Salvatore Fiume negli anni ’70. Visita del suggestivo centro cittadino. Pranzo a bordo in corso di escursione. Possibilità di tuffarsi dalla barca per un bagno rinfrescante. Nel pomeriggio, proseguimento della navigazione verso Levanzo, sbarco e visita del centro che offre scorci meravigliosi fra stradine e antiche abitazioni di pescatori. Al termine dell’escursione rientro in hotel per cena e pernottamento.
• 8 GIORNO: MOZIA – MONREALE – PALERMO 
Prima colazione in hotel. Partenza per Mozia e visita di questa città-isola che è giunta a noi quasi intatta e pressoché ferma al 397 a.C., anno in cui il tiranno di Siracusa Dionisio IV la distrusse, nel momento del suo massimo splendore. Foto ricordo sullo sfondo delle Saline di Mozia, situate sul litorale che collega Trapani con Marsala. In questo luogo di straordinaria bellezza i suggestivi mulini a vento fanno da cornice a un paesaggio fatto di vasche, canali, cumuli e mucchi si sale. Le Saline della Laguna sono state elette “Luogo del Cuore” FAI, vincendo la speciale classifica EXPO 2015. Partenza per Monreale, pranzo libero. Visita della città nata sotto dominio normanno e divenuta celebre per il suo magnifico Duomo, sorto su ordine di re Guglielmo II, che sognò l’apparizione della Madonna. La chiesa fu elevata a titolo di “Cattedrale metropolitana”. Già prima che il Duomo fosse finito, il mondo ne parlava con meraviglia e nel 2015 è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Proseguimento per Palermo. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
• 9 GIORNO: PALERMO *** Possibilità di rientrare in volo
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla scoperta di Palermo, città circondata completamente da una cinta muraria naturale: i monti di Palermo. Fondata come città-porto dai Fenici intorno al 734 a.C., possiede una storia millenaria che le ha regalato un notevole patrimonio artistico e architettonico, che spazia dai resti delle mura puniche per giungere a ville in stile liberty, passando dalle residenze in stile arabo-normanno, alle chiese barocche e ai teatri neoclassici. Per ragioni culturali, artistiche ed economiche è stata tra le maggiori città del Mediterraneo e oggi è fra le principali mete turistiche del mezzogiorno italiano. Fu capitale, dal 1130 al 1816, del Regno di Sicilia, e seconda città di importanza del Regno delle Due Sicilie fino al 1861. Incontro con la guida e visita della città con il palazzo dei Normanni o Palazzo Reale, tra i maggiori monumenti della città per importanza storico artistica, e il suo capolavoro, la cappella Palatina; inoltre la cattedrale, San Giovanni degli Eremiti, il quartiere medievale e la città moderna. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita esclusiva di Palazzo Valguarnera Gangi, un palazzo nobiliare ancora ”vivo”, autentico gioiello incastonato nel cuore della Palermo antica, per la grande magnificenza dei suoi ambienti, per l’integrale conservazione degli arredi interni, e per il suo impianto straordinariamente grandioso, si può considerare uno dei palazzi più rappresentativi del tardo barocco palermitano. Il principe Pietro Valguarnera esponente di uno dei casati più prestigiosi dell’ aristocrazia siciliana, di origine spagnola, decide, verso la metà del XVIII secolo, per la gloria e la grandezza della sua famiglia, di ampliare e riconfigurare in forme auliche, il proprio palazzo nel piano della Misericordia, anticamente chiamato piano della Guzzetta. I lavori di palazzo Valguarnera si protrassero per più di un decennio, con la partecipazione di grandi architetti e numerosi artisti di grande vaglia, in collaborazione con una fitta schiera di pittori ornatisti, marmorari, intagliatori, indoratori, stuccatori e mobilieri. Varcata la magnifica corte porticata, tra le più belle dei palazzi palermitani, si resterà ammirati dallo sfarzo dei preziosi arredamenti, dalla ricercatezza e dall’estrosità dei decori, dai mobili, dalle tappezzerie ricamate e dal ragguardevole numero di oggetti, cristallerie e porcellane cosi raffinate e rare. Passando dal salone Rosso e dal salone Celeste, si arriva al grande salone da ballo, splendido nei suoi magnifici arredi, con divani, consolles, sedie intagliate, pareti decorate, boiseries, porte dipinte in oro zecchino, e alte specchiere d’epoca che riflettono eleganti soprammobili. Ma quello che più colpisce è l’originalissima volta traforata, una struttura architettonicamente audace attribuita al genio del Gigante e ispirata al gusto del più scenografico barocco. Questo soffitto doveva dare degli effetti fantastici, soprattutto quando venivano accesi i grandi lampadari in vetro di Murano a candele. Tutto questo ridondante insieme di meraviglie non ha riscontri in nessun’altro salone del settecento siciliano ed esprime lo spirito e il gusto di un’epoca. In questa galleria il regista Luchino Visconti volle girare l’indimenticabile sequenza del ballo nel film “Il Gattopardo”. I Valguarnera mantennero la proprietà del palazzo fino al 1820, quando la principessa Giovanna Valguarnera ultima erede del prestigioso casato convolò a nozze con Giuseppe Mantegna principe di Gangi, portandogli in dote la magnifica dimora. L’edificio nel tempo ha subito ulteriori interventi sia nella parte architettonica che nelle interne decorazioni, che comunque non hanno alterato minimamente quelle forme di raffinata eleganza che ancora oggi conserva. Imbarco su traghetto GNV delle ore 20 con destinazione Napoli. Cena e pernottamento a bordo.
• 10 GIORNO: NAPOLI
Prima colazione a bordo. Sbarco al porto di Napoli, incontro con la guida e partenza per Pompei. Incontro con la guida e visita degli scavi, straordinaria testimonianza del mondo antico grazie al suo stato di conservazione. Insediamento Sannita, nel III secolo a.C., all’indomani delle guerre Puniche, viene attirata nell’orbita di Roma alla quale si lega definitivamente nell’80 a.C., con la fondazione da parte di Silla della colonia. A partire dalla metà del Settecento gli scavi, voluti dai Borbone e portati avanti per oltre un secolo, hanno riportato alla luce la città, restituendoci un quadro completo della vita quotidiana in età romana. Rientro a Napoli. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita guidata di Napoli, una città ricca di contrasti, stretta tra il Vesuvio e i Campi Flegrei. Visita di Spaccanapoli con il Duomo, sorto a partire dal 1272 su ordine di Carlo I d’Angiò, la cappella di San Gennaro, la Piazza del Gesù e la pittoresca via degli artigiani di San Gregorio Armeno, popolarmente chiamata san Liguoro, oggi nota in tutto il mondo come il centro espositivo delle botteghe artigianali che realizzano tutto l’anno statuine per i presepi. Trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.
• 11 GIORNO: CASTIGLIONE DEL LAGO
Prima colazione in hotel. Partenza per l’Umbria. Sosta a Castiglione del Lago, pranzo libero. Passeggiata nel borgo, arroccato su un promontorio sulle sponde occidentali del Lago Trasimeno, considerato uno dei borghi più suggestivi di tutta l’Umbria. La cittadina fu fondata dagli Etruschi e ampliata dai Romani, ma è nel periodo medievale che raggiunge il suo massimo splendore. Di particolare interesse sono il Castello del Leone, la struttura difensiva che domina il borgo, e il Palazzo Ducale, che ebbe l’onore di ospitare personaggi del calibro di Leonardo Da Vinci e Niccolò Machiavelli e nasconde al suo interno splendide sale affrescate. Camminando poi tra le vie del centro storico di Castiglione del Lago è possibile coglierne l’aria genuina ed il glorioso passato, curiosando tra gli stretti vicoli ed affacciandosi alle mura medievali che abbracciano l’intero abitato. Il borgo è punteggiato di botteghe artigianali e locande cariche di profumi tradizionali ed è un vero piacere scivolare tra le sue piazzette e restare sorpresi dalle prospettive che spuntano da dietro ogni angolo. Al termine della visita, partenza per il rientro con arrivo previsto in serata.


 PRENOTA PRIMA entro il 11 giugno: € 1470 + q.i. 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
 € 1520 + q.i. 
ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA MEDICO, BAGAGLIO, ANNULLAMENTO, COVID: € 50 

SUPPLEMENTO SINGOLA: € 290

LA QUOTA COMPRENDE: Autobus GT - Passaggio in cabina GNV Napoli/Palermo/Napoli - Auricolari per tutta la durata del tour - Hotel 4 stelle - Cene in hotel come da programma - Navigazione alle Egadi - Ingresso a Palazzo Gangi - Guide locali come da programma - Nostro accompagnatore
LA QUOTA NON COMPRENDE: Ingressi*: Teatro greco di Taormina € 10,00 - Castello di Donnafugata € 6,00 - Valle dei Templi € 10,00 - Museo del Satiro danzante € 6,00 - Palermo Palazzo Reale € 18,00 - Scavi di Pompei € 15,00 - Tasse di soggiorno - Bevande ai pasti - Bevande ai pasti - Ingressi a musei e monumenti - Tutto quanto non specificato alla voce: “La quota comprende” 
*Soggetti a riconferma

• Info del viaggiatore
• Quote di iscrizione
• Partenze e trasferimenti 
Dove prenotare



 VERSIONE PDF  >