• 6
  • 2
  • 12
  • 4
  • 7
  • 10

dal 15 al 21 agosto€ 950

BASILICATA COAST TO COAST

Atri, Melfi, Matera, Montescaglioso, Metaponto, Craco, Aliano, Potenza, Castelmezzano, Acerenza, Pietrapetrosa
 

Un viaggio in Basilicata, sarà perché è sempre rimasta ai margini dei grandi itinerari turistici, sarà perché soffocata dalla notorietà delle regioni confinanti, questa terra stupisce perché offre al visitatore un ventaglio incredibile di bellezze che vanno dal mare cristallino di Metaponto, capitale di quella Magna Grecia che è il vero comun denominatore del nostro sud, alla storia fatta di Normanni ed Aragonesi, all’arte e alla cultura di città uniche come Matera, ai piccoli borghi arroccati sulle Dolomiti Lucane sino all’antica eleganza di Melfi e Venosa. Carlo Levi scriveva “Cristo si è fermato ad Eboli” ma, sarà per le sue luci e i suoi cieli, sarà perché qui la gente è ospitale e travolgente, sarà perché la sua bellezza è inattesa, della Basilicata ci si innamora.

• 1 GIORNO: ATRI
Nella prima mattinata, ritrovo dei partecipanti e partenza per l’Abruzzo. Arrivo ad Atri. Tempo libero per il pranzo e per la visita della cittadina, piccola perla medievale, città d'arte di origine antichissima, che guarda dall'alto il mare, protetta alle spalle dal Gran Sasso. Monumenti e palazzi storici, chiese, opere d'arte e suggestivi paesaggi naturali fanno di questo centro un autentico museo a cielo aperto. Di particolare interesse sono la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Palazzo Acquaviva, il Palazzo Mambelli, il Palazzo vescovile ed il Seminario, il Teatro Comunale e a livello naturalistico, i Calanchi di Atri, piccoli canyon davvero suggestivi. Proseguimento per la Puglia. Sistemazione in hotel a Cerignola, cena e pernottamento.
• 2 GIORNO: MELFI - LAGHI DI MONTICCHIO - VENOSA - MATERA
Prima colazione in hotel. Partenza per la Basilicata. Arrivo a Melfi, città federiciana immersa nella splendida cornice paesaggistica del Vulture Melfese, che vanta una cinta muraria unica nell’Italia meridionale, circondata interamente da antiche mura normanne con torrioni di avvistamento. Melfi è uno scrigno di bellezze culturali e sacre da scoprire, come il castello normanno svevo, gli straordinari esempi di chiese rupestri di Santa Margherita e Santa Lucia (XIII sec.) scavate nel tufo, e la splendida cattedrale di Santa Maria Assunta in stile svevo bizantino gotico, con soffitto a cassettoni decorato in oro zecchino. Proseguimento per i laghi di Monticchio collocati in un verdeggiante spazio naturale nell’incantevole scenario del Vulture. I due specchi d’acqua sorgono proprio al posto del cratere del Vulture, vulcano ormai spento, e in essi si riflette la splendida Abbazia benedettina di San Michele. Pranzo in ristorante con specialità tipiche lucane. Proseguimento per Venosa, uno dei Borghi più belli d’Italia e patria del poeta latino Quinto Orazio Flacco. Visita della città, in cui il tempo scorre tra passato e presente. Posizionata su un altopiano compreso tra due valli e circondata da una rigogliosa vegetazione e numerose alture, Venosa rivela un susseguirsi di gioielli artistici e architetture di pregio che si possono ammirare sin da quando si fa ingresso nel paese. Di particolare interesse sono la chiesa della Trinità e l’annessa Incompiuta, luoghi sacri fortemente legati all’origine della dinastia normanna, il vicino Parco archeologico e il maestoso castello Pirro del Balzo. Proseguimento per Matera. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
• 3 GIORNO: MATERA
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla scoperta guidata di Matera, la cui celebrità è legata alla presenza dei Sassi, straordinario complesso urbano, con abitazioni scavate nella roccia calcarea, sviluppatosi sull’orlo di una profonda gravina. Dal 1993 i Sassi di Matera sono stati dichiarati dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità in quanto vero e proprio paesaggio culturale: sono estrema rappresentazione di come l’uomo, insediandosi in un territorio arido e ostile, sia stato in grado di adattare la natura, modificando la fisionomia del paesaggio ma anche mimetizzandosi con esso. Dopo un lungo periodo di degrado, gli abitanti di Matera hanno saputo dare vita nuova ai Sassi, che oggi offrono una suggestione quasi metafisica: passeggiare per i vicoli lastricati, entrare nelle antiche abitazioni, farsi abbagliare dalla luce e dai colori, visitare le antiche chiese rupestri è un’esperienza che non ha eguali. Pranzo libero. Cena libera nel centro di Matera. Pernottamento in hotel.
• 4 GIORNO: MONTESCAGLIOSO – MIGLIONICO – METAPONTO
Prima colazione in hotel. Partenza per Montescaglioso, uno dei tesori della Basilicata, denominato “Gioiello d’Italia” e Patrimonio dell’Umanità insieme ai Sassi di Matera. L’importanza di questo comune ruota attorno all’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo (1079), il più considerevole dei quattro complessi monastici che hanno fatto guadagnare a Montescaglioso anche la definizione di “Città dei Monasteri”. Oltre all’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo ricca di bellissimi affreschi, di particolare interesse è anche il castello normanno eretto a controllo di Porta Maggiore, la più importante dei sei accessi alla città. Proseguimento per Miglionico paese di origini remote, fortificato prima dai bizantini e poi dai normanni. Nel periodo di dominio aragonese, Miglionico divenne famoso in quanto nel castello del paese, appartenente alla famiglia Sanseverino, si riunirono tutti i baroni del regno, ribelli a Ferdinando I d'Aragona, re di Napoli, per simulare un atto di sottomissione al re in attesa degli aiuti del Papa. Successivamente il feudo fu dominio di diverse famiglie nobiliari. Visita del castello e della cittadina che ospita la chiesa Madre di Santa Maria Maggiore, con un bellissimo portale rinascimentale, la piccola chiesa della Trinità, con affreschi della metà XV secolo e la chiesa di San Francesco, affiancata da un piccolo convento nel cui interno è conservato il meraviglioso polittico di Cima da Conegliano del 1499. Proseguimento per Metaponto. Pranzo in ristorante tipico. Visita della cittadina, un luogo ricco di storia che ospita magnifiche testimonianze della civiltà Magno-Greca. Visita del Parco Archeologico: quindici colonne doriche che rappresentano i resti del tempio dedicato a Hera e della necropoli di Crucinia. L’antiquarium, il teatro, il castro romano, l’agorà cittadina e la necropoli, insieme ai templi di Apollo Licio, Demetra e Afrodite, arricchiscono un percorso denso di fascino e storia. Visita del Museo Archeologico che custodisce i segni e i simboli di un passato che ha fatto di Metaponto la “capitale” della Magna Grecia. Attraverso una selezione di reperti di recente acquisizione il museo propone un quadro completo del territorio metapontino, dalle prime manifestazioni preistoriche al periodo tardo antico. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
• 5 GIORNO: CRACO – ALIANO – POTENZA
Prima colazione in hotel. Partenza alla volta di Craco, attraversando paesaggi di una bellezza unica: la distesa sterminata di calanchi e il contrasto tra la terra rossa e i bianchi paesini arroccati sulle alture. Sembra di essere nella scenografia di un film. E infatti questi luoghi suggestivi hanno contribuito a decretare il successo di film come “Cristo si è fermato a Eboli” e “La passione di Cristo”. Visita di questo splendido “paese fantasma”, oggi una delle mete imperdibili della terra lucana, per suggestività e bellezza. Distrutto nel 1963 da una frana che ha costretto la popolazione locale ad abbandonare il borgo, del vecchio paese restano le case in pietra aggrappate alla roccia e tra di esse si distingue la torre normanna in posizione dominante rispetto all’antico borgo. Pranzo in agriturismo. Proseguimento per Aliano, il paese dei Calanchi e del confino di Carlo Levi, immerso in un paesaggio suggestivo e lunare. Qui ancora è in piedi la casa in cui Carlo Levi trascorse il suo esilio e che, insieme alla Pinacoteca, al Museo della civiltà contadina e al presepe artistico del maestro Francesco Artese, rientra nel Parco Letterario che ha preso il suo nome. E qui Carlo Levi ha tratto ispirazione per il suo capolavoro “Cristo si è fermato ad Eboli”. Di particolare suggestione sono i vicoli, le piazzette, le abitazioni che caratterizzano Aliano, come la cosiddetta Casa del Malocchio, con sembianze dal volto umano, secondo la credenza popolare con la funzione di mantenere lontani gli influssi negativi. Proseguimento per Potenza, sistemazione in hotel, cena e pernottamento. 
• 6 GIORNO: CASTELMEZZANO - PIETRAPETROSA - CASTEL LAGOPESOLE - ACERENZA 
Prima colazione in hotel. Partenza per Castelmezzano, uno tra i Borghi più belli d’Italia. Lo spettacolo più affascinante di Castelmezzano è quello offerto dallo scenario delle Dolomiti Lucane che gli fanno da sfondo. Situato in un fantastico paesaggio roccioso, è stato costruito in maniera concentrica sul fianco delle creste delle Dolomiti Lucane che fanno da cornice e lo proteggono con pareti, guglie e picchi. Castelmezzano ha conservato l´originario impianto urbanistico medioevale con le case arroccate sulla conca rocciosa secondo l´antica forma di terrazzamento e le strette vie di passaggio in mezzo alle case. Passeggiata nel suggestivo centro storico caratterizzato dalle costruzioni inserite nella nuda roccia, dalle numerose scale ripide che si aprono tra i vicoli e che invitano a salire alle vette sovrastanti e godere dei meravigliosi panorami delle Dolomiti Lucane. Pranzo in ristorante tipico. Proseguimento per Pietrapetrosa, altro comune situato in prossimità delle suggestive vette delle Dolomiti Lucane entrato a far parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia. Pietrapertosa si mostra come un antico borgo che è riuscito a mantenere nel tempo la fisionomia medievale soprattutto nella parte più antica situata alle pendici del Castello che conserva, ancora oggi, l’antico nome saraceno di Arabat caratterizzato da strade strette e vicoli ciechi. Le case tipicamente unifamiliari disposte a file dall’alto verso il basso, si adattano all’andamento del terreno e diventano parte integrante dell’ambiente circostante tanto che spesso, la roccia assume la funzione di parete delle abitazioni. Passeggiata nel centro storico. Proseguimento per Lagopesole, borgo lucano dominato dall’omonimo Castello in cui Federico II, Imperatore di Svevia, amava rifugiarsi per dedicarsi all’arte venatoria, una delle sue passioni, ed è stato il luogo prediletto da Manfredi, figlio dello stesso “Stupor Mundi”. Visita dell’affascinante maniero medioevale, composto da un massiccio blocco rettangolare articolato su due piani e caratterizzato da due cortili, uno maggiore e uno minore, e una torre contraddistinta da una muratura bugnata nella parte superiore, tipica dell’architettura sveva. Il cortile maggiore ospita una cisterna e una cappella, un piccolo gioiello con notevoli elementi decorativi. Pranzo libero. Proseguimento per Acerenza, uno dei “Borghi più belli d’Italia”, denominata “città cattedrale” per l’imponente tempio che troneggia al centro del borgo antico, dedicato a Santa Maria Assunta e a San Canio. Visita guidata del centro storico: percorrendo i vicoli del borgo si scoprono architetture dal forte valore storico e artistico, come gli antichi palazzi e l’imponente cattedrale, oltre ad un graziosa casa contadina. Rientro in hotel, cena e pernottamento. 
• 7 GIORNO: POTENZA 
Prima colazione in hotel. Visita guidata di Potenza, il capoluogo più alto d’Italia. La città vanta un millenario centro storico, fatto di vecchi e nuovi edifici che si inerpicano, sovrapponendosi alle piazzette, ai vicoli dell’antico nucleo medievale e alle scale d’un tempo. Per questa sua conformazione è detta anche “Città verticale”. Qui la vita scorre tra via Pretoria, nel gergo potentino denominata “sopra Potenza”, proprio perché collocata su di un colle, e la zona più moderna che si estende sull’altro versante del fondovalle, intorno all’area pianeggiante segnata dal corso del fiume Basento. Impreziosita da storiche chiese e preziose piazze, musei e gallerie d’arte, palazzi signorili e antiche porte medievali, e poi il Teatro Stabile, che domina la centrale Piazza Mario Pagano e, ancora, la cosiddetta Torre Guevara, quel che resta del vecchio castello, Potenza è una città dall’alto profilo storico e culturale. Pranzo libero. Partenza per il rientro con arrivo previsto in tarda serata.



 PRENOTA PRIMA entro il 29 maggio: € 910 + q.i. 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
 € 950 + q.i. 
ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA MEDICO, BAGAGLIO, ANNULLAMENTO, COVID: € 30 

SUPPLEMENTO SINGOLA: € 140

LA QUOTA COMPRENDE: Autobus GT - Auricolari per tutta la durata del tour - Hotel 4 stelle - Cene in hotel come da programma - Pranzi come da programma - Guide locali come da programma - Nostro accompagnatore
LA QUOTA NON COMPRENDE: Ingressi* a: Casa Grotta Matera € 2,00 - Chiesa Rupestre di Matera € 5,00 - Museo e Parco Archeologico di Metaponto € 2,50 - Castello di Lagopesole € 3,00 - Tassa di soggiorno - Bevande ai pasti - Ingressi a musei e monumenti - Tutto quanto non specificato alla voce: “La quota comprende” 
*Soggetti a riconferma

• Info del viaggiatore
• Quote di iscrizione
• Partenze e trasferimenti 
Dove prenotare



 VERSIONE PDF  >