• 10
  • 2
  • 6
  • 12
  • 7
  • 4

dal 13 al 15 agosto€ 370

ORIZZONTI FRIULANI

Gorizia, Redipuglia, Castello di Duino, Grado e la sua Laguna
 

Viaggio in una terra che nasconde nella sua naturale fierezza perle di assoluto incanto, dall’aspra e selvaggia bellezza delle montagne del Carso all’elegante e austera eleganza del Castello di Duino, dalla dolce melanconia della Laguna Gradese alla fierezza di Redipuglia che ci ricorda gesta eroiche di uomini d’altri tempi, il tutto condito da specialità gastronomiche di altissimo profilo e dal sapore autentico.

• 1 GIORNO: SACRARIO MILITARE DI REDIPUGLIA - GORIZIA
Prima colazione in hotel. Partenza per il Friuli Venezia Giulia. Visita del Sacrario militare di Redipuglia, il più grande e maestoso sacrario italiano dedicato ai caduti della Grande Guerra. Realizzato sulle pendici del Monte Sei Busi su progetto dell'architetto Giovanni Greppi e dello scultore Giannino Castiglioni, fu inaugurato il 18 settembre 1938. Definito anche Sacrario "dei Centomila", custodisce i resti di 100.187 soldati caduti nelle zone circostanti. Fortemente voluto dal regime fascista, il sacrario voleva celebrare il sacrificio dei caduti nonché dare una degna sepoltura a coloro che non avevano trovato spazio nel cimitero degli Invitti. La struttura è composta da tre livelli e rappresenta simbolicamente l'esercito che scende dal cielo, alla guida del proprio comandante, per percorrere la Via Eroica. In cima, tre croci richiamano l'immagine del Monte Golgota e la crocifissione di Cristo. Proseguimento per Gorizia, la più bella porta aperta sull'Italia, come la descrisse il grande pittore Max Klinger, vero crocevia della grandi culture europee. Tempo libero per il pranzo. Incontro con la guida e visita della città, ricca di contrasti e conflitti, che si distende lungo il più incantevole fiume d'Italia, il celeste Isonzo. Oggi Gorizia è una città che ha saputo mantenere le caratteristiche di una "città-giardino", dove i parchi pubblici e privati si armonizzano con l'architettura e dove le strade e le sagome dei palazzi, le cupole, l'atmosfera dei "café" testimoniano la sua origine Mitteleuropea. Al termine partenza per Udine. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel.
• 2 GIORNO: VENZONE – SAURIS
Prima colazione in hotel. Partenza per Venzone e visita del borgo fortificato meglio conservato del Friuli Venezia Giulia, esempio straordinario di restauro architettonico ed artistico. Il devastante terremoto del 1976 infatti rase al suolo quello che in regione era l’unico borgo murato del Trecento. Ma gli abitanti non si arresero e pretesero che il loro borgo venisse ricostruito pietra su pietra esattamente com’era. Così Venzone è tornato ad essere un borgo-fortezza di cui oggi si possono ancora ammirare le grandi mura circondate da un fossato e le tre porte d’accesso di cui una, la Porta di San Genesio, conserva ancora la torre di guardia. Il cuore della cittadina è il Duomo di Sant’Andrea Apostolo, significativo esempio di gotico così come il Palazzo Comunale, abbellito da una loggia che, sulla parete di fondo, presenta affreschi cinquecenteschi. Lungo le vie di Venzone è un susseguirsi di palazzi cinquecenteschi dalle facciate ingentilite da bifore, trifore e balconi in tipico stile gotico veneziano. Proseguimento per Sauris e visita del borgo, che secondo le leggende popolari, deve la sua fondazione a due soldati tedeschi che scelsero di fermarsi qui per scappare dalla guerra. A fare breccia nei loro cuori furono il paesaggio ameno e la tranquillità della valle che oggi come allora caratterizzano questo luogo. In seguito a presunte ostilità si divisero e scelsero due zone diverse su cui stanziarsi dando così origine a Sauris di Sopra e di Sotto. Passeggiare tra le sue stradine è un’esperienza davvero magica, ci si sente catapultati in un’altra epoca. Le case sono costruite sfruttando le risorse offerte dal territorio: pietra e legno. Uno dei prodotti gastronomici più apprezzati del territorio è il rinomato prosciutto di Sauris che viene affumicato come allora: in grandi camini alimentati esclusivamente con legno di faggio. Si ottiene in questo modo un prosciutto dolce, morbido e delicato. Degustazione in uno storico prosciuttificio. Un altro prodotto artigianale di qualità, la Zahre Beer. La particolarità di queste birre sta nel fatto che vengono prodotte con l’acqua frizzante delle sorgenti di Sauris e non sono sottoposte né a filtrazione né a pastorizzazione. Degustazione di birra artigianale. Al termine, rientro in hotel. Cena e pernottamento.
• 3 GIORNO: CASTELLO DI DUINO - GRADO
Prima colazione in hotel. Partenza per il Castello di Duino. Visita del castllo, di proprietà dei Principi della Torre e Tasso, costruito nel 1300 sulle rovine di un avamposto romano. Si presenta all’esterno come una costruzione composita e massiccia che domina il golfo di Trieste. Al suo interno custodisce importanti capolavori d’arte e raffinati cimeli storici. Nel corso dei secoli ha ospitato numerosi personaggi illustri: tra gli altri, il poeta R.M. Rilke, Elisabetta d’Austria (la famosa Sissi), l’arciduca Massimiliano d’Asburgo e la moglie Carlotta del Belgio. La visita al castello e al suo giardino permette di ammirare il fortepiano suonato da Franz Liszt, la scala Palladio, le 18 sale che raccontano, con preziosi arredi e numerosi documenti, la storia della famiglia Torre e Tasso e il parco con la sua varietà di flora mediterranea con un panorama sul Golfo di Trieste assolutamente meraviglioso. I bastioni a picco sul mare, il Bunker costruito nel 1943 dalla Kriegsmarine tedesca e le rovine di Castel Vecchio, primo nucleo fortificato costruito nell’XI secolo, completeranno la visita. Sotto la rocca, a picco sul mare, uno scoglio che ricorda nella forma una donna avvolta in un mantello vi farà scoprire la leggenda della Dama Bianca. Al termine si potrà percorrere una parte della “Passeggiata Rilke” , una delle più belle e suggestive che si affacciano sul golfo. Il sentiero prende il nome dal poeta Rilke che, ospite al Castello di Duino all’inizio del secolo scorso, come già lo era stato Dante prima di lui, ivi compose le sue celeberrime “Elegie Duinesi”. Proseguimento per Grado, elegante cittadina di mare con un centro storico dal fascino veneziano che si rivela tra campielli e vicoli su cui si affacciano le pittoresche case dei pescatori. Nella città vecchia, in Campo dei Patriarchi, dominano la scena la Basilica di Santa Eufemia e l’adiacente Basilica di Santa Maria delle Grazie, la più antica di Grado. Tempo libero per il pranzo. Imbarco e navigazione nella laguna di Grado, uno scenario naturalistico dall'aspetto unico e affascinante. L'area è costituita da circa 30 isole e dai caratteristici casoni, umili capanne lagunari ricoperte di canne palustri. All'estremità orientale della laguna si trova l'isola di Barbana, occupata dal santuario di Santa Maria delle Grazie, oggetto di pellegrinaggio. La nascita della chiesa risale al IV secolo, quando il patriarca Elia fece erigere un luogo di culto nel punto esatto dove era stata ritrovata un'effigie della Vergine, trasportata dal mare; in quel modo la città avrebbe espresso la propria riconoscenza verso la Madonna, che aveva salvato Grado da una violenta mareggiata. Dal 1237 si celebra la famosa festa del Perdon, che si svolge ogni prima domenica di luglio; la ricorrenza prevede una processione costituita da un corteo di barche, addobbate per l'occasione, che salpano da Grado a Barbana in segno di ringraziamento alla Madonna per uno scampato pericolo di peste. Al termine, partenza per il rientro con arrivo previsto in serata.


 PRENOTA PRIMA entro il 11 giugno: € 350 + q.i. 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
 € 370 + q.i. 
ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA MEDICO, BAGAGLIO, ANNULLAMENTO, COVID: € 15 

SUPPLEMENTO SINGOLA: € 70

LA QUOTA COMPRENDE: Autobus GT - Hotel 4 stelle - Cena in hotel - Guide locali come da programma - Navigazione nella laguna di Grado - Degustazione di Prosciutto Sauris - Degustazione di Birra artigianale - Nostro accompagnatore
LA QUOTA NON COMPRENDE: Ingressi* a: Castello di Duino € 10,00 Tassa di soggiorno - Bevande ai pasti - Ingressi a musei e monumenti - Tutto quanto non specificato alla voce: “La quota comprende” *Soggetti a riconferma

• Info del viaggiatore
• Quote di iscrizione
• Partenze e trasferimenti 
Dove prenotare



 VERSIONE PDF  >