• 7
  • 12
  • 6
  • 2
  • 4
  • 10

Dal 06 al 13 maggio € 1.290 + volo

PATIOS IN FIORE

Magiche notti d’Alhambra 

Un affascinante viaggio in una terra meravigliosa, punto di incontro di diverse culture e tradizioni, un ponte perfetto tra Oriente e Occidente. I magici gorgoglii delle fontane dell'Alhambra vi faranno vivere un sogno da mille e una notte. Perdersi tra i fioriti patios dell’affascinante Cordoba e l’intreccio delle mille colonne della Mezquita attraversando lo scenario selvaggio dei “pueblos blancos” si giungerà all’imperdibile Ronda che vi regalerà panorami mozzafiato tra l’antica Plaza de Toros e la gola del Tajo. Dalla montagna al mare, l’Andalusia vi ruberà il cuore: i suoi colori, i profumi, il flamenco e il sole vi regaleranno un viaggio indimenticabile.

• 1 GIORNO: ITALIA – SIVIGLIA
Nella primissima mattinata ritrovo dei partecipanti in aeroporto e partenza per l’aeroporto di Milano Linate. Imbarco su volo delle ore 07.50 per Siviglia con scalo. Arrivo alle 12.45 e pranzo libero. Nel pomeriggio visita guidata di Siviglia, capoluogo dell’Andalusia e città ricca di storia e fascino, tutelata in qualità di Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Il patrimonio artistico di Siviglia vanta un centro storico medievale, che sorge intorno al tranquillo fiume Guadalquivir, formato da tortuosi e stretti vicoli, e quartieri aristocratici, ricchi di cortili e di piazzette nascoste. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel. 
• 2 GIORNO: SIVIGLIA
Prima colazione in hotel. Incontro con la guida e visita della città con la Cattedrale di Santa Maria della Sede di Siviglia, la più grande cattedrale gotica del mondo. L’edificio, con la sua imponenza, fu costruito a dimostrazione del benessere della città, dopo essere diventata un importante centro commerciale. L’interno di questa cattedrale è strutturato come quello di una basilica, ma il suo perimetro segue quello tipico delle moschee arabe. A seguire l’Alcazar, storico palazzo reale che in realtà è un complesso monumentale che comprende edifici per una superficie totale di 17.000 metri quadri e un giardino di 7 ettari. Pranzo libero. Nel pomeriggio proseguimento della visita con la Plaza de Toros, la Torre dell’oro, ultima grande opera che i musulmani lasciarono nella città, la scenografica Piazza de España e l’antistante Parco Maria Luisa. La piazza è di forma semicircolare e rappresenta l'abbraccio della Spagna e delle sue antiche colonie; guarda verso il fiume Guadalquivir e simboleggia la strada da seguire per l'America. La piazza è decorata in mattoni a vista, marmo e ceramica, che danno un tocco rinascimentale e barocco alle sue torri. Cena libera nel centro della città. Pernottamento in hotel. 
• 3 GIORNO: CORDOBA  
Prima colazione in hotel. Partenza per Cordoba. Pranzo libero. Incontro con la guida e visita della città, che raggiunse il suo massimo splendore con la dominazione musulmana, specialmente tra il IX ed il X secolo, quando divenne capitale del Califfato. Era la città più popolata del mondo ed il dedalo di vie impenetrabili e le piazze conservano tuttora il loro antico sapore. Visita della celebre Mezquita, considerata una delle più belle moschee del mondo, con soluzioni architettoniche stupefacenti. La sua sobrietà esterna non lascia intravedere il favoloso spettacolo interno dei suoi archi e delle sue 850 colonne in granito e marmo. Proseguimento della visita con il quartiere ebraico, con le sue piazzette e le strette stradine ed il vicino Ponte Romano. In questo periodo nella città si tiene il Festival de los Patios (festival dei cortili interni): gli abitanti di Córdoba aprono le loro case al pubblico affinché sia i loro concittadini che i turisti possano ammirare i cortili interni, trasformati in piccoli angoli di paradiso. Varcando la soglia di una casa, si giunge nel cortile interno al centro del e la sensazione è quella di venire trasportati in una nuova realtà. Una marea di fiori e piante aromatiche circonda il visitatore con i suoi colori e la sua dolce fragranza. Quest’usanza, molto radicata nella cultura cordovana, risale al 1918, quando si celebrò il primo festival. A causa della Guerra Civile spagnola, la celebrazione del tradizionale festival venne interrotta, e ripresa soltanto negli anni ’50. Da allora, ogni primavera, i cortili di Córdoba aprono le loro porte al pubblico. Al termine sistemazione, cena e pernottamento in hotel.  
• 4 GIORNO: BAEZA – UBEDA – GRANADA  
Prima colazione in hotel. Incontro con la guida e visita di Baeza, dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco nel 2003, per la bellezza del suo centro storico e la grande quantità di monumenti ed edifici di epoca rinascimentale. Circondata da un’estesa pianura di ulivi, è caratterizzata da un labirinto di vie, dimore blasonate, chiese, palazzi e piazze tra basse case bianche e vicoli cinti da mura. Si visiteranno la Cattedrale di Santa Maria, edificata sulle ceneri di un’antica moschea (interni), il Seminario di San Filippo Neri ed il Palazzo Jabalquinto (esterni). Proseguimento per Ubeda, la capitale del Rinascimento andaluso. Visita guidata della cittadina, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco per la particolarità del suo centro storico che, oltre ad essere di forma quadrata, presenta l’Alcazar, la Chiesa di Santa Maria de los Reales Alcazares e numerosi edifici in stile gotico tra cui il Palazzo di Francisco de los Cobos, il Palazzo del Preside Ortega ed il Cárcel del Obispo. Visita della Sacra Cappella del Salvador. Pranzo libero. Nel pomeriggio partenza per Granada. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel. 
• 5 GIORNO: GRANADA - RONDA
Prima colazione in hotel. Incontro con la guida e visita di Granada, città che raggiunse il suo massimo splendore tra il 1344 e il 1396 quando venne istituita la capitale del Regno islamico di Nasrid. Maomettani, ebrei e cristiani vissero insieme pacificamente favorendo lo sviluppo della letteratura, dell’arte e della scienza. Visita guidata dell’Alhambra, una delle meraviglie del mondo moderno. Fu Muhammad ibn Nasr - capostipite della dinastia nastrita - a fare erigere Alhambra, una volta entrato a Granada nel 1238. Nel 1492 Granada fu riconquistata dai cattolici, e la cittadella di Alhambra diventò il palazzo reale dei re castigliani, salvando il complesso dalla demolizione come accadde invece per molti altri monumenti islamici del tempo. Alhambra è una vera città dentro la città, costruita per essere autonoma rispetto a Granada, con botteghe, abitazioni, moschee e ogni servizio indipendente dalla città andalusa. Proseguimento della visita con i meravigliosi giardini di Generalife con le sue fontane. Pranzo libero. Proseguimento della visita guidata della città con la Cappella Reale nella quale riposano i resti di Isabella I di Castiglia, di Ferdinando II di Aragona, della figlia Giovanna e di suo marito Filippo. Entrambi i sepolcri sono intagliati in marmo e rappresentano le figure dei sovrani su grande scala. Proseguimento per Ronda. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento. 
• 6 GIORNO: RONDA - PUEBLOS BLANCOS - CADICE 
Prima colazione in hotel. Visita di Ronda, splendida città che si erge in un luogo impressionante, una gola di circa 300 piedi chiamata El Tajo che divide la città. Gli scrittori Ernest Hemingway, Rainer Maria Rilke, James Joyce, Jorge Luis Borges e J. Ramón Jiménez sono rimasti ammaliati dalla bellezza aspra e vertiginosa di Ronda e le hanno dedicato parole d’amore. Visita guidata della città vecchia dove si potranno ammirare alcuni tra i più bei palazzi della città e la Plaza de Toros, autentico capolavoro settecentesco, totalmente in pietra, considerata una tra le più belle e antiche arene della Spagna, la Chiesa di Santa Maria la Mayor, che unisce in unico edificio l’arte gotica e quella barocca. Una volta raggiunto il Mirador de Ronda il visitatore rimarrà senza fiato per lo spettacolare panorama della Serranía de Ronda, una verde vallata incorniciata da aspre montagne in lontananza. Non può mancare una sosta al Puente Nuevo, simbolo di Ronda risalente al settecento che domina sull’impressionante voragine scavata dal Guadalevìn. Pranzo libero. Partenza per Ciclana, attraversando il meraviglioso scenario dei “pueblos blancos”. Sosta a Setenil de las Bodegas, incastonato lungo un canyon scavato nei secoli dalle acque del fiume Guadalporcún. Il borgo è un meraviglioso esempio di come l’uomo si sia adattato al territorio realizzando abitazioni dentro e sotto la roccia. Il paese bianco, realizzato tra cavità e cornici rocciose, ospita un labirinto di stradine di pietra e calce da visitare assolutamente. Proseguimento per Arcos de la Frontera, caratteristico villaggio a strapiombo sul rio Guadalete che, nonostante sia una cittadina di 31.000 abitanti, non perde il fascino tradizionale di questi paesini dalla tipica colorazione bianca delle case. Arcos fu durante l’epoca mussulmana un paese prospero e strategicamente molto importante. Proseguimento per Cadice. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento. 
• 7 GIORNO: CADICE - JEREZ  
Prima colazione in hotel. Visita di Cadice, costruita su una striscia di terra circondata dal mare. Sede della marina militare spagnola è il porto, che nel XVI secolo divenne un importante punto di partenza per esplorazioni e commerci. La città possiede più di 100 torri di guardia, tra cui la celebre Torre Tavira, tradizionalmente usata per avvistare le navi, e la cattedrale del XVIII secolo, costruita di fronte al mare. Pranzo libero. Proseguimento per Jerez de la Frontera, una città dove è possibile distinguere chiaramente una crescita curata, nella quale viene identificato il centro storico caratterizzato da una fisionomia andalusa. All’arrivo visita di una cantina per la degustazione di vini, tra cui lo Sherry, il miglior vino Spagnolo conosciuto ed esportato in tutto il mondo. Al termine rientro in hotel e tempo libero a disposizione per godersi il sole e il mare. Cena e pernottamento in hotel. 
• 8 GIORNO: GIBILTERRA - MALAGA 
Prima colazione in hotel. Partenza per Gibilterra, colonia inglese, da cui prende il nome il famoso stretto che separa l’Europa dall’Africa. Visita panoramica, a bordo di minibus, con fermata a Europa Point, dove nelle giornate chiare lo sguardo spazia fino al Marocco e le montagne del Rif. Si visiterà inoltre la riserva naturale Upper Rock con le uniche scimmie semi-selvagge d’Europa e la grotta di St. Michael, dove si può ammirare la singolare bellezza della natura cristallizzata nelle sue stalagmiti centenarie. Pranzo libero. Partenza per Malaga, spensierata e vivace città di mare dalla vocazione portuale. Fondata dai Fenici, durante l’epoca romana Malaga ha goduto il privilegio di essere una città confederata di Roma, per poi vivere la sua epoca d’oro durante la dominazione araba. Trasferimento in aeroporto. Imbarco su volo delle 17.35 per Milano Linate con scalo a Madrid. Arrivo alle ore 23.00 in aeroporto. 


PRENOTA PRIMA entro il 25 febbraio: € 1.250 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 1.290 
QUOTA VOLO: a partire da € 260
ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA MEDICO, BAGAGLIO, ANNULLAMENTO, COVID:  
€ 35
SUPPLEMENTO SINGOLA: € 460

LA QUOTA COMPRENDE: Autobus GT per tutta la durata del tour - Hotel 4 stelle - Cene in hotel o ristorante come da programma - Guide locali come da programma - Auricolari per tutta la durata del tour - Degustazione di vino in cantina - Nostro accompagnatore 
LA QUOTA NON COMPRENDE: Trasferimento in aeroporto su richiesta - Tasse aeroportuali € 65,00 al 15.01.2023 - Adeguamento carburante - Pacchetto ingressi* (108,00 €): Cattedrale di Siviglia, Alcazar di Siviglia, Moschea di Cordoba, Plaza de Toros a Ronda, Casa Don Bosco a Ronda, Mezquita di Cordoba, Cappella del Salvador a Ubeda, Cattedrale di Baeza Alhambra e Generalife a Granada, Cappella Reale a Granada  - Bevande ai pasti - Ingressi a musei e monumenti - Tutto quanto non specificato alla voce: “La quota comprende” 

** soggetti a riconferma

• Info del viaggiatore
Penali di cancellazione
Partenze e trasferimenti 
Dove prenotare



 VERSIONE PDF  >